Home / Biografia

BIOGRAFIA GRUPPO

Gigaflow nasce nell'Aprile 2003 a Genova dall’unione di Oro (mc) e Baal (produttore e dj), e in seguito si aggiungono Nelli (mc), Off (mc) e Niniel (corista e solista).
Oro si improvvisa mc quando Baal, che da tempo produceva in proprio basi, gli propone di cantarci. Anche Nelli e Off sono consapevoli di non aver mai fatto nulla di simile, ma non si danno per vinti e tutti iniziano ad allenarsi a rappare sempre più frequentemente, spinti dalla passione per questa musica, imparando come autodidatti ad esternare tutto quello che di rime, metriche e flow avevano ascoltato dall'infanzia fino ad allora. I talentuosi vocalizzi di Niniel, affinati da anni di lezioni di jazz, completano il quadro sposandosi perfettamente tra le dure rime e le melodiche strumentali.
Dal 2004 al 2006 il gruppo si consolida creando una propria identità, riuscendo ad organizzarsi in una saletta, e iniziando a rapportarsi con il pubblico dei primi live. Ma non solo, in questi anni matura una più profonda concezione artistica che porta alla realizzazione dei primi pezzi contenuti nei demo Under Staila (2004) e Chi Non Muore Si Rivede (2006), stampati artigianalmente e distribuiti unicamente agli amici.
Nel frattempo Baal accresce la sua abilità musicale con lezioni di piano e armonia mentre Oro si diploma come tecnico del suono presso lo Zerodieci Studio di Genova Quarto: grazie allo sviluppo di una nuova tecnica di studio affinata da Roberto “Robbo” Vigo, Gigaflow raggiunge un’ottima pasta sonora, elaborata nel loro nuovo studio di GrGstudio.
Nel 2007 Gigaflow inizia ad esporsi maggiormente attirando su di sè le attenzioni della scena hip hop genovese, a partire dalla presentazione di Resti Nella Fogna, vero e proprio primo album, promosso all’ ESN Heineken Festival, e pubblicizzato persino in un articolo sul “Secolo XIX”. Inoltre, spiccando tra i maggiori gruppi esordienti, Gigaflow è entrato a far parte del noto collettivo Zena Art Core, impegnandosi a spingere l’hip hop Genovese con una moltitudine di live e apparizioni, anche in contesti dancehall e raggae. Sempre nel 2007 viene selezionato dal noto portale Genovatune come primo e unico gruppo hip hop Ligure a partecipare al concorso Inferno Canto Secondo.
Nel Febbraio 2008 esce con “Terrazze In Scena Mixtape Vol.1”, il primo mixtape che racchiude la scena ligure, con artisti da tutte le province: un progetto importante che vede la collaborazione con Zena Art Core e con Genovatune, la pubblicazione su Basement Magazine e sui maggiori portali web, e che permette ai Gigaflow, attirata l'attenzione di gran parte degli artisti in regione, di divenire uno dei punti di rifermento per l' hip hop ligure.
La casa discografica The Family Records decide quindi di promuovere i Gigaflow vendendo, presso distributore virtuale Beatport, un Ep contenente i pezzi piu’ belli fino a quel momento incisi.
Inoltre i Gigaflow partecipano con l’inedito “Spingi” alla mixtape Cool-O del rapper Bino e producono, acclamati dalla scena dancehall e raggae genovese, i dubplate “GGL Gigalarge Rmx” e “Mmm Mmm” per Sensistar Sound.
Ormai scioltasi Zena Art Core, i Gigaflow tornano ad essere indipendenti e quindi liberi da impegni che possano ostacolare un inizio di 2009 dedito alla produzione del nuovo album Noveflow. Anno cruciale per le produzioni, il gruppo viene coinvolto nei featuring “La Porta Del Successo” col rapper Matiz per “ Nella Mia Valle Mixtape" e nel brano “Gridalo Anche Tu” contenuto nell’album d’esordio “ Chi è” del rapper Frapo. Ma è proprio da alcuni brani del nuovo album che scaturiscono le collaborazioni piu’ importanti: dopo la produzione da parte di Baal del cantante Gue Pequeno dei Club Dogo per un progetto parallelo, nasce con lui un nuovo featuring, “Hai Sentito Su Di Me”, accompagnato da “Ti Prende La Bomba” realizzato con Esa aka El Presidente, “Da Queste Parti” con Dj Kamo e Sfera del Full Clip Team e da “Persi Negli Svarioni” con Lure degli Zero Plastica. Tutte collaborazioni importantissime, indice di un album potente, che già dal brano “Il Perizoma”, in anteprima a fine estate, suscita molto interesse. Oggetto di pubblicazione da parte di tutti i portali musicali del settore, in sole due settimane “Il Perizoma” ottiene più di 6000 visite su Youtube, diventando il video hip hop ligure più visto, avvalendosi anche dei passaggi presso il “Tutto Esaurito” di radio 105, “Urban Club” di radio 103 e diventando pure sigla per un programma su radio 101. Ma è Novembre che vede finalmente l’uscita dell’album intero, in vendita presso Itunes, nei negozi di dischi e negli streetshop genovesi. Altri due singoli vengono tramutati in video, “Los Xeneixes” e “Sabbia e Ricordi”, ottenendo un buon successo presso la maggior parte dei portali hip hop italiani, radio e webzine presso cui vengono pubblicati. Nel panorama underground il successo invece è molto forte, anche grazie alle collaborazioni sopracitate, e Noveflow permette ai Gigaflow di esibirsi in un tour di date importanti per tutto il 2010, a partire dalla presentazione del cd al CSOA Zapata in apertura al rapper Turi, al Breakout Festival aprendo a Club Dogo e Corveleno, alla Festa del Sole di Forte Sperone aprendo a Dj Lugi, al Crazy Bull aprendo a Prhome, sul furgone itinerante per i carruggi allestito dagli spazi sociali genovesi aprendo agli Assalti Frontali, e di organizzare nell’estate il Summer Rap, la jam hip hop ligure più grande dell’anno, ottenendo pubblicazioni su La Repubblica, Il Secolo e La Stampa.
Parallelamente a queste date, Gigaflow diventano promotori e organizzatori delle Bumcha Connection, le uniche serate underground a Genova che offrono possibilità di esibirsi a qualunque esordiente, e che permettono di entrare in contatto con tutte le nuove realtà musicali della scena cercando, come sempre, di riunirla rendendola più compatta e forte. E’ proprio qui che nascono nuove collaborazioni come “Il Suono Nei Quartieri” per l'album "Su Questa Strada" coi Mad Boys e “Sta Venendo Giù” inserita nella mixtape "Dritto In Faccia" del rapper Phill di Imperia.
A fine anno matura l’idea di uscire con un nuovo prodotto, date le richieste sempre più insistenti dei fan di avere i pezzi più belli e rappresentativi precedenti a Noveflow riuniti in un unico cd. Ad inizio 2011 esce quindi il "Best Of 2003-2008" contenente, oltre ad alcuni pezzi inediti, diversi classici e altri rispolverati da vecchi demo: grazie a remix e remastering, e alle ultime tecnologie, viene migliorato e uniformizzato il suono di ogni traccia, dedicata a tutti quelli che in questi anni sono stati vicino a Gigaflow.
Entrambi gli album sono in ascolto integrale sul player da cui è possibile anche acquistarli o inviandoci una e-mail a acquisti@gigaflow.it.


INFLUENZE

I Gigaflow cercano di umanizzare le fredde linee synth con l’uso massiccio del campionatore, e con interventi umani, come strumenti in presa diretta, tipo bassi o chitarre, da integrare a quelli virtuali. L’utilizzo frequente di cori e vocalizzi si sposa perfettamente contribuendo a fondere musica e rappato, e aggiungendo valore alle esecuzioni vocali.
Le sonorità delle basi nascono dalle idee di Baal, produttore del gruppo, che ha sulle spalle parecchi anni di massacrante ascolto di ritmi hip hop e rap, americano soprattutto, con diverse influenze, sia West che East, sia Old che New. Per questo non possono essere raggruppate in un solo tipo, e la loro eterogeneità rende possibili diversi stili e diverse tecniche metriche, senza fermarsi ad un unico approccio limitativo.
I testi sono frutto di esperienze realmente vissute da ragazzi normali: nessun finto personaggio, ma ragazzi che puntano a intrattenere l’ascoltatore narrando la propria visione dei fatti con un pizzico di ironia. Con grosse influenze dall’hip hop italiano nelle rime e nelle allitterazioni (Dogo Gang, Corveleno, Sanobusiness, ma anche personaggi del passato come Neffa o Areacronica), non si trascurano attenzioni a flow d’oltreoceano, spunti per street songs o mixtapes, tipo Busta Rhymes o Twista, reinterpretati da Oro ad alta velocità.
Le tematiche sono mirate alle masse giovanili: adatte ad un target di ascoltatori che vuole divertirsi e distrarsi colla musica hip hop, nascono dal messaggio insito in ogni melodia per poi essere modellate dall’impronta personale di ogni mc. Testi allegri e d’impatto si alternano ad altri che offrono spunti di riflessione più profondi. Ormai affiatati, ognuno si è specializzato in un genere a lui consono in modo da rendere Gigaflow il più sfaccettato possibile, quasi come fosse un personaggio Pirandelliano.